Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Viaggiare in Slovenia

 

Viaggiare in Slovenia

VIGNETTA

vignetta 2018

 

Si ricorda che dal 1 luglio 2009 sono state introdotte nuove norme relative al pagamento dei pedaggi autostradali per gli automezzi in entrata nel Paese. Per utilizzare l’autostrada è quindi obbligatorio dotarsi del contrassegno adesivo denominato “vignetta” da incollare all’interno del parabrezza anteriore, prima o al momento stesso dell’ingresso in Slovenia.
È inoltre necessario dotarsi di kit medico per tutti i mezzi di trasporto, anch’esso acquistabile al valico.
Si ricorda che in caso di inadempienza in entrambe le ipotesi l’importo delle multe è elevato e per rifiuto di pagamento si incorre nel ritiro del documento di identità e di quelli relativi alla vettura.
Le ammende (violazione della Legge sulle strade pubbliche – Gaz. Uff. 33/06) per il mancato acquisto e apposizione della vignetta variano da Euro 300 a Euro 800 (più l’acquisto della vignetta); se pagata subito o tramite bonifico entro 16 giorni la somma è ridotta del 50%. Gli agenti della società autostradale slovena DARS sono autorizzate a riscuotere le multe e, nel caso di mancato pagamento dell’ammenda, sono autorizzati a ritirare documenti d’identità o altri.
Ulteriori informazioni si possono consultare al seguente sito: www.dars.si.
Si ricorda inoltre che, in caso di mancato pagamento di un’ammenda, le autorità slovene sono autorizzate – ai sensi dell’articolo 201 delle Legge sulle Infrazioni vigente in Slovenia - a ritirare, come forma di garanzia di pagamento, i documenti personali di viaggio, la patente di guida, i documenti del veicolo, il veicolo stesso.
Si ricorda infine che prima di entrare sulle autostrade o superstrade slovene è necessario acquistare le Vignetta (contrassegno adesivo da INCOLLARE sul parabrezza anteriore e che attesta il pagamento del pedaggio). Anche in questo caso sono previste multe elevate per chi viaggia senza Vignetta.

PREZZI DELLE VIGNETTE PER IL 2018
Autovetture (classe di pedaggio 2A): annuale 110 € / mensile 30 € / settimanale 15 €
Ciclomotori (classe di pedaggio 1): annuale 55 € / semestrale 30 € / settimanale 7,50 €
Furgoni (classe di pedaggio 2B) / con altezza da terra al bordo inferiore del parabrezza uguale o più di mt. 1,30: annuale 220 € / mensile 60 € / settimanale 30 €

La vignetta annuale è valida dal 1 dicembre al 31 gennaio dell’anno successivo.

Per i veicoli (camion) di peso superiore ai 3.500 kg vige il normale sistema di pedaggio autostradale ai caselli.

Per recarsi in Croazia, il percorso alternativo che non richiede l'acquisto della vignetta è la strada statale E61 che collega Trieste a Fiume (Rijeka). Il percorso è: Opicina, Trebiciano, Padriciano e avanti verso il confine italo-sloveno di Basovizza, proseguendo per Kozina, Obrov, Podgrad e attraverso il confine sloveno-croato di Starod.

DOCUMENTI DI VIAGGIO
È indispensabile portare con se un documento di riconoscimento valido per l’espatrio - Passaporto o Carta d’Identità - non scaduto.
Cosa fare in casi di furto o smarrimento dei documenti?
Con la denuncia di furto o smarrimento del documento presso la polizia slovena e presso l’Ambasciata o il Consolato Generale si torna in Italia senza problemi.

PASSAPORTO
Nei casi di comprovata urgenza di un documento per recarsi in altri Paesi il cittadino italiano può richiedere il passaporto recandosi in Ambasciata o in Consolato Generale senza appuntamento, dalle ore 09.00 alle ore 11.00 dal lunedì al venerdì.
Prima di procedere all’emissione di un passaporto biometrico, nuove recenti disposizioni prevedono una richiesta del preventivo NULLA OSTA alla competente Questura italiana. In assenza del necessario nulla osta, il passaporto non potrà essere rilasciato neanche nei casi di emergenza. I tempi di risposta possono variare e dipendono dal riscontro della Questura competente.
In presenza di figli minori è necessario acquisire l’assenso dell’altro genitore.
Per il rilascio ad un minore è necessario l’assenso di entrambi i genitori.

ETD
Qualora il cittadino italiano si trovi in una condizione di urgenza di ripartire e non ci sia il tempo di esperire la necessaria istruttoria per l’emissione di un nuovo passaporto, la Rappresentanza Consolare rilascia un documento di viaggio provvisorio (ETD) con validità per il solo viaggio di rientro in Italia o nel Paese di stabile residenza all’estero. La durata della sua validità è limitata al solo tempo necessario per il rientro.
Documentazione necessaria: denuncia di smarrimento o furto alla Polizia locale e presso l’Ambasciata o il Consolato Generale, 2 foto tessera, titolo di viaggio (es . biglietto aereo).
Poiché dalla Slovenia all’Italia si viaggia con l’auto è sufficiente avere con sé la denuncia in caso di eventuale controllo dei documenti.
L’ETD può essere rilasciato anche a cittadini di Paesi membri dell’UE che non abbiano la propria Rappresentanza in loco previa acquisizione dell’autorizzazione formale da parte di una rappresentanza diplomatico consolare o dal Ministero degli Esteri del Paese di appartenenza.

CARTA D’IDENTITÀ
La Carta d’Identità prorogata con timbro del Comune recante il riferimento al decreto legge 112/2008 convertito in legge 133 del 06.08.2008 art. 31, è valida fino alla nuova data di scadenza (come confermato dal Ministero Affari Esteri sloveno con nota verbale).
La Carta d’Identità può essere rilasciata o rinnovata all’estero soltanto ai cittadini italiani regolarmente residenti e iscritti all’anagrafe del Consolato competente per circoscrizione ed i cui dati siano già presenti nella banca dati AIRE e in ogni caso dopo il nulla osta del Comune.

PATENTE DI GUIDA
Non è documento di riconoscimento valido per l’espatrio.

VIAGGIARE CON I MINORI
Le nuove disposizioni prevedono che i minori di 14 anni che si recano all'estero non accompagnati da uno dei genitori o da chi ne fa le veci siano muniti di una dichiarazione che riporti il nome della persona, dell'ente o della compagnia di trasporto cui il minore è affidato, rilasciata da chi può dare l'assenso, convalidata dalla Questura o dalla autorità consolare.
Per quanto riguarda invece i minori di 14 anni che si recano all'estero con i genitori, si consiglia di munirsi di documentazione idonea a comprovare la titolarità della potestà sul minore (es. certificato di nascita con indicazione di paternità e maternità oppure certificato di stato di famiglia, nomina a tutore, ecc.).
A decorrere dal 25 novembre 2009 è possibile il rilascio del passaporto individuale per i minori e a decorrere dal 14 maggio 2011 è possibile il rilascio della Carta d’identità anche ai minori.

A partire dal 24 gennaio 2012, data di entrata in vigore del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, la carta di identità valida per l’espatrio rilasciata ai minori di età inferiore ai quattordici anni può riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci. Ove la carta di identità riporti il nome dei genitori o di chi ne fa le veci, non è necessario munirsi di documentazione idonea a comprovare la titolarità della potestà sul minore.
Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale.
Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale oppure di carta d’identità valida per l’espatrio o di altro documento equipollente (Certificato di nascita per minori di 15 anni con timbro della Questura).

Equipaggiamento obbligatorio previsto dal codice della strada della Repubblica di Slovenia - dati forniti dall’AMZS e dal Ministero dei Trasporti
Veicoli di massa complessiva inferiore a 3.500 kg:
- ruota di scorta o apposito dispositivo o supporto in dotazione;
- triangolo di sicurezza per la segnalazione del veicolo fermo sulla carreggiata, omologato secondo il regolamento UN/ECE R27;
- kit di pronsto soccorso omologato UE;
- completo di luci di ricambio;
- giubbotto catarifrangente di color arancione, rosso o giallo conforme al SIST EN 471, da tenere a bordo del veicolo.
Dal 15 novembre al 15 marzo anche: pneumatici invernali su tutte le ruote, con la scritta M.S, M&S oppure M+S, con intagli del battistrada di profondità non inferiore ai 3mm;
oppure
pneumatici estivi e, a bordo, catene da neve (o dispositivi equivalenti) di apposite dimensioni per le ruote motrici. I veicoli a quattro ruote motrici costanti devono essere dotati di catene da neve per i pneumatici dell’asse posteriore.
Veicoli di massa complessiva superiore a 3.500 kg: oltre agli equipaggiamenti di cui sopra è obbligatorio tenere a bordo l'estintore e la pala da neve.

AVVISO AI VIAGGIATORI DIRETTI IN CROAZIA PASSANDO PER LA SLOVENIA: Dal 1° luglio 2013 la Croazia è entrata a far parte dell’Unione Europea. Per l'ingresso in Slovenia ed in Croazia rimane l'obbligo di viaggiare muniti di un documento di identità individuale (anche per i minori): esclusivamente carta d’identità valida per l’espatrio o passaporto individuale. I genitori con figli minori già iscritti sul proprio passaporto dovranno pertanto chiedere per ciascun figlio un documento di viaggio individuale. Si suggerisce ai connazionali di notificare la propria presenza (data di arrivo e di partenza, luoghi di permanenza) tramite il sito internet www.dovesiamonelmondo.it

 


102